Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Inchiesta della procura per l'aretino morto a Dubai. Parla Arianna Paperini: "Sono basita" Inchiesta della procura per l'aretino morto a Dubai. Parla Arianna Paperini: "Sono basita" Inchiesta della procura per l'aretino morto a Dubai. Parla Arianna Paperini:

Marco Mazzeschi, 44 anni aretino, si trovava negli Emirati Arabi, ospitato della compagna Arianna Paperini. La sera del 30 ottobre scorso dopo una cena sarebbe avvenuta la morte, apparentemente per un infarto. A trovarlo senza vita riverso a terra era stata la fidanzata, adesso indagata con l'accusa di omicidio preterintenzionale. Era stata lei a lanciare l'allarme all’emergenza e alla polizia. Poi l’attivazione del consolato. Sulla salma, dopo il rientro in Italia all'inizio di questo mese, è stata effettuata l'autopsia il 15 novembre dalla medicina legale di Siena. Gli esiti sono attesi tra 60 giorni. Gli accertamenti sono partiti dopo un esposto presentato alla Procura di Arezzo, sembrerebbe da una persona vicina alla famiglia, sulla prematura morte del 44enne, per fare luce su alcuni aspetti del decesso apparsi evidentemente poco chiari. L'avviso di garanzia rappresenta un atto tecnico dovuto che non significa colpevolezza, ma mette nella condizione di difendersi. La procura di Arezzo mantiene massimo riserbo e al momento non emerge nulla su eventuali indagati.